L’uomo che scoprì l’elastico

Una delle personalità più illustri di Perugia è certamente Leonardo Servadio. Senza voler considerare le sue straordinarie doti umane, Perugia, l’Umbria e l’Italia devono a lui moltissimo come industriale, perché è stato il fondatore di una delle più importanti e innovative aziende nel settore dell’abbigliamento, la ellesse.

Il video che potete vedere qui sopra racconta in modo sintetico e molto leggero la storia dell’ellesse, dalle origini nel 1959 agli anni 2000. Tutti pronti per festeggiare il 50° anniversario!

Per i più curiosi, alcuni punti chiave per capire il valore dell’azienda nel corso di questi 50 anni:

  • Ha sponsorizzato gli eventi sportivi più importanti del pianeta, accompagnando verso il loro successo i più grandi atleti nel tennis, nello sci e in tante altre discipline.
  • Con la sponsorizzazione della ellesse, una gara podistica cittadina ha raggiunto una popolarità planetaria imparaggiabile: la Maratona di New York.
  • Ha brevettato un numero incredibile di soluzioni innovative per l’abbigliamento. Una di queste (rivoluzionaria) è stata l’inserimento dell’elastico in un paio di pantaloni.
  • Ha creato un asilo aziendale per le dipendenti della società. Probabilmente il primo asilo aziendale che sia mai stato creato in Italia.

Sono tante le ragioni per cui la ellesse è stata un grande marchio internazionale. Dal video si capisce poco della vera portata rivoluzionaria del lavoro di Leonardo Servadio e della sua azienda, ma questo è comunque il mio modo per prepararmi a festeggiare anch’io il cinquantenario dalla nascita della ellesse.

Marco di supersalute.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: